Fatturazione elettronica – versione 1.2

La novità più importante della nuova versione 1.2 del formato di fattura elettronica della Pubblica Amministrazione è che ora si possono emettere fatture elettroniche con questo sistema nel confronto di soggetti privati che ne abbiano chiesto l’abilitazione all’Agenzia delle Entrate. Vi ricordiamo che l’obbligo di fatturazione elettronica scatterà dal 1/1/2019.

Di seguito trovate il comunicato ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e le loro pagine di supporto:

Comunicato
Domande e risposte
Sito della fatturazione elettronica P.A.

In sostanza un soggetto privato, quando chiede l’abilitazione, può chiedere o no un codice ufficio che lo identifica univocamente nel Sistema di Interscambio (SdI) per farsi inoltrare le fatture. Nel caso non si richieda un codice ufficio allora il soggetto dovrà fornire, a chi emette la fattura, un indirizzo di posta certificata a cui il SdI invierà la fattura in formato elettronico. In questo ultima ipotesi il codice ufficio da fornire sarà 0000000 (7 zeri). Il codice ufficio per i soggetti Pubblica Amministrazione rimane lungo 6 cifre e invece quello per i privati sarà lungo 7 cifre. Se non si possiede un codice o non si fornisce un indirizzo p.e.c. allora la fattura si intende emessa e rimarrà nel cassetto fiscale del destinatario.

Per emettere la fattura elettronica si utilizzano le medesime modalità (Scadenzario, finestra affitto, ecc.) che vengono utilizzate attualmente per quella cartacea; cambia soltanto che bisogna spuntare che il conduttore è soggetto a fattura elettronica. Quando arriverà la data del 1/1/2019 allora tutti i conduttori saranno soggetti a fatturazione elettronica.

Dal punto di vista del nostro programma cambia “relativamente” poco rispetto alla precedente fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Rimane sempre la casella da spuntare e il campo codice ufficio nella scheda Note del conduttore.

06-01-2017-17-58-19

Nel caso il conduttore non ha richiesto un codice ufficio al SdI allora inserite come codice ufficio 0000000 (7 zeri) e compilare il campo per l’indirizzo dei posta certificata nella scheda Recapiti.

06-01-2017-18-01-11

06-01-2017-18-02-30

Nel caso di soggetto della Pubblica Amministrazione o società controllate direttamente da enti pubblici ricordatevi di scegliere la Scissione dei pagamenti (split payment) nell’esigibilità IVA.

29-06-2017 09-32-24.png

Facendo in questo modo al momento dell’inserimento di una affitto con quel conduttore verrà spuntata l’opzione per lo split payment.

28-06-2017 18-11-50.png

Se l’affitto è già inserito allora spuntate l’opzione nell’anagrafica dell’affitto.

28-06-2017 18-17-19.png

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...