Aggiornamento versione 11.3.0.4

  • Stampa del modello di Dichiarazione IMU. Il pulsante di questa stampa si trova aprendo l’elenco delle unità di un locatore.

    14-03-2017 15-17-55

    Il programma prende i dati dalle unità selezionate e li carica nella seguente finestra in cui potete modificare o aggiungere altre informazioni.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

    Cliccando il pulsante Stampa viene aperta la nostra solita finestra di anteprima stampa in cui potete, oltre a stampare, esportare in PDF oppure inviare.

    15-03-2017 18-26-24

  • Il campo Categoria nei dati catastali cambia in Qualità nel caso di terreni (es: Seminativo, Arboreo, ecc.) ed è stato aggiunto un campo per indicare che il proprietario del terreno è un coltivatore diretto iscritto alla previdenza IAP. Questi due campi servono per la stampa della dichiarazione IMU nel caso dei terreni.

    15-03-2017 18-30-22

  • Elaborazione del ciclo PASSIVO (cioè locazioni passive) ed entrambi cicli (attivo/passivo) nei Resoconti generali (versione Premium).

    15-03-2017 18-20-53

  • Aggiunta di un nuovo modello fattura per conto dei locatori con date di competenza e finestrella di destinazione.

  • Variabile per l’importo di mediazione conduttori nei modelli di contratto.

    15-03-2017 17-50-11

  • Correzione di un errore nell’invio con Documenti Postali.
  • Correzione nella stampa del resoconto fiscale perché compariva 0 nella variabile corrispondente all’anno fiscale.
  • Correzione sui dati dei locatori sbagliati nei modelli utente legati alle unità immobiliari.

Aggiornamento versione 11.2.0.7

  • Da ora in poi non ci saranno più i singoli dati per calcolare le competenze in rendiconto nell’unità immobiliare ma in un nuovo elemento chiamato Tariffa di competenze. Nella scheda Dati di gestione dell’unità immobiliare ci sarà soltanto la scelta della tariffa.

    13-02-2017-16-13-28

    In questo modo diventa più veloce e più semplice cambiare il modo di calcolare le competenze; basterà modificare la tariffa invece di entrare in ogni singola unità. Le competenze esistenti prima di questo aggiornamento verranno convertite in automatico in tariffe.

    Per maggiori informazioni vi preghiamo di consultare la guida:

    http://www.datos.it/ga/help/tariffa_di_competenze.htm

  • Aggiunta del calcolo delle competenze sul canone dovuto anziché su quello incassato. Inoltre c’è la possibilità di applicare una scaletta.

    13-02-2017-16-30-23

  • Aggiunta di una opzione per la Condizione sospensiva sia nella registrazione telematica sia nella stampa del modello RLI.

    13-02-2017-16-55-09

Aggiornamento versione 11.1.0.4

  • Aggiornamento alla nuova versione 1.2 della fatturazione elettronica della P.A.. Con queste nuove specifiche sarà possibile con il programma emettere delle fatture elettroniche, da inoltrare al Sistema di Interscambio (SdI), nei confronti di conduttori privati che ne abbiano richiesto l’abilitazione. Per maggiori informazioni vi preghiamo di leggere la seguente pagina:

    Fatturazione elettronica P.A. versione 1.2

  •  Campo per l’indirizzo di posta certificata nella scheda Recapiti di locatori, conduttori e fornitori.

    06-01-2017-18-02-30

  • Configurazione per l’invio via posta certificata da dentro il programma. La finestra è la stessa che c’era per l’invio da email normale ma che ora è divisa in due schede.

    06-01-2017-18-18-05

  • Invio per posta certificata dalla finestra d’emissione documenti del programma. I requisiti sono simili a quelli che c’erano prima per l’email normali, cioè bisogna scegliere un modello di messaggio oltre che alla configurazione descritta nel precedente punto.

    06-01-2017-18-22-27

    Oltre alla singola scelta ci sono delle operazioni in gruppo relative all’invio con posta certificata.

    06-01-2017-18-24-34

  • Incremento della dimensione del campo Particella dei dati cassatali per permettere l’inserimento di terreni composti da svariate particelle.
  • Correzioni di alcuni problemi nell’invio verso Documenti Postali.

Fatturazione elettronica P.A. versione 1.2

La novità più importante della nuova versione 1.2 del formato di fattura elettronica della Pubblica Amministrazione è che ora si possono emettere fatture elettroniche con questo sistema nel confronto di soggetti privati che ne abbiano chiesto l’abilitazione all’Agenzia delle Entrate.

Di seguito trovate il comunicato ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e le loro pagine di supporto:

Comunicato
Domande e risposte
Sito della fatturazione elettronica P.A.

In sostanza un soggetto privato, quando chiede l’abilitazione, può chiedere o no un codice ufficio che lo identifica univocamente nel Sistema di Interscambio (SdI) per farsi inoltrare le fatture. Nel caso non si richieda un codice ufficio allora il soggetto dovrà fornire, a chi emette la fattura, un indirizzo di posta certificata a cui il SdI invierà la fattura in formato elettronico. In questo ultima ipotesi il codice ufficio da fornire sarà 0000000 (7 zeri). Il codice ufficio per i soggetti Pubblica Amministrazione rimane lungo 6 cifre e invece quello per i privati sarà lungo 7 cifre.

Dal punto di vista del nostro programma cambia “relativamente” poco rispetto alla precedente fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Rimane sempre la casella da spuntare e il campo codice ufficio nella scheda Note del conduttore.

06-01-2017-17-58-19

Nel caso il conduttore non ha richiesto un codice ufficio al SdI allora inserite come codice ufficio 0000000 (7 zeri) e compilare il campo per l’indirizzo dei posta certificata nella scheda Recapiti.

06-01-2017-18-01-11

06-01-2017-18-02-30

Aggiornamento versione 10.12.1.2

  • Aggiunta del nuovo tasso di interesse legale dello 0,1% in vigore dal 1/1/2017. Ricordiamo che questa modifica incide sul calcolo degli interessi nel programma ma anche sul calcolo dell’imposta di registro per l’intera durata nel caso di contratti pluriennali.

    20-12-2016-10-43-23

  • Per i possessori della versione Premium è stata aggiunta la funzionalità di gestione delle Fatture Fornitori. Attualmente è limitata alla sola registrazione e protocollazione delle fatture; in futuro sarà previsto uno scadenzario delle fatture da saldare, la registrazione dei pagamenti e infine i resoconti del ciclo passivo.

    10-12-2016-15-08-4210-12-2016-15-11-30
    10-12-2016-15-12-2830-09-2016-11-10-04

Aggiornamento versione 10.12.0.5

  • Aggiornamento del calcolo delle sanzioni per la mancata comunicazione della proroga o della risoluzione in regime di cedolare secca, introdotte dal DL 193/2016. Gli importi delle sanzioni sono i seguenti:
    • € 100,00 se il ritardo supera i 30gg dalla data di scadenza per la comunicazione
    • € 50,00 se il ritardo non è superiore ai 30gg dalla data di scadenza per la comunicazione

      05-12-2016 10-50-01.png

  • Aggiunta del campo Addendum al contratto nella scheda Dati dell’unità immobiliare.

    05-12-2016 10-28-03.png

    Questo campo può essere inserito come variabile nei modelli di contratto per norme aggiuntive che sono legate all’unità immobiliare.

    05-12-2016-10-29-26

  • Pulsante per avviare una presentazione delle foto con il programma standard di visualizzatore di foto di Windows (Windows Photo Viewer) nella scheda Foto dell’unità immobiliare.

    05-12-2016 10-30-59.png

  • Linea per evidenziare la data odierna nel Retino e dividere in giorni l’intestazione del Retino quando sono presenti uno o due mesi.

    05-12-2016-10-44-05

Dismissione di Entratel come singola applicazione

Informiamo i nostri clienti che dal 1/12/2016 l’Agenzia delle Entrate non permetterà di stabilire una connessione al sito dell’AdE (e quindi di inviare i file autenticati) dal programma Entratel. Dovrà essere utilizzata l’applicazione Desktop Telematico che conterrà al suo interno una apposita applicazione Entratel.

Al seguente indirizzo trovate il comunicato dell’Agenzia delle Entrate:

http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/Avviso?id=20161116143131

Gli utenti che utilizzavano Entratel come singola applicazione dovranno cambiare la relativa opzione nelle Impostazioni del nostro programma:

28-11-2016 19-43-09.png

Desktop Telematico va scaricato dal sito dell’Agenzia ma se fate una verifica con il nostro programma, dopo aver cambiato la suddetta opzione, vi proporrà di scaricarlo:

29-11-2016 09-02-51.png

Una volta installato e avviato Desktop Telematico dovrete installare al suo interno l’applicazione Entratel e il Modulo di controllo RLI. Vi consigliamo di leggere la seguente guida per l’installazione:

https://assistenza.agenziaentrate.gov.it/assistenza/index.asp?idFolder=6098&idServ=1

Vi suggeriamo vivamente di guardare il seguente filmato per capire la modalità d’utilizzo di Desktop Telematico con il nostro programma:

Desktop telematico con Entratel